Lo Stato italiano arricchisce la sua collezione di Arte Povera



Lia Rumma, gallerista e collezionista di fama internazionale, ha deciso di donare allo Stato italiano oltre 70 opere di Arte povera e di artisti italiani degli anni Sessanta tra cui Vincenzo Agnetti, Enrico Castellani, Mario Ceroli, Dadamaino, Gino De Dominicis, Paolo Icaro, Maria Lai, Mario Merz, Gianni Piacentino. La collezione sarà aperta al pubblico il 21 giugno presso la Palazzina dei Principi del Museo e Real Bosco di Capodimonte, Napoli. La raccolta vede la direzione scientifica di Gabriele Guercio dialogare con il progetto architettonico d'Ippolito Pestellini. Grazie alla donazione il museo amplierà la sezione di arte contemporanea diventando così luogo di riferimento per le opere dal XIII secolo a oggi, con focus sull'Arte povera e sulla raccolta Farnese.


Per informazioni: https://capodimonte.cultura.gov.it/